Diritto canonico I: Introduzione generale al Diritto canonico

 

Programma

 

I. NATURA DEL DIRITTO ECCLESIALE

I.1. Fondamenti antropologici

I.1.1. Filosofici

a) a livello fenomenologico

b) a livello di filosofia del diritto

I.1.2. Teologici

a) fondamenti biblici

b) elementi per una sintesi teologica

I.2. Fondamenti ecclesiologici

I.2.1. Chiesa come comunione

I.2.2. Chiesa come sacramento

I.2.3. Chiesa come corpo mistico di Cristo

I.2.4. Chiesa come popolo di uguali e inuguali (struttura carismatico-istituzionale)

I.3. Il diritto nel mistero della Chiesa

I.3.1. Il metodo

I.3.2. Doveri e diritti naturali nella Chiesa

I.3.3. Doveri e diritti dei fedeli nella Chiesa

I.3.4. Il diritto e la struttura fondamentale della Chiesa

I.3.5. Tipicità del diritto ecclesiale

I.4. Le Fonti del Diritto ecclesiale

I.4.1. L’età Apostolica

I.4.2. Collezioni precedenti il Corpus Iuris Canonici

I.4.3. Formazione del Corpus Iuris Canonici

I.4.4. Dal Corpus Iuris Canonici al Codex Iuris Canonici (XVI-XX sec.)

I.4.5. Il Codex Iuris Canonici

 

II. Libro I del CIC/83

II.1. I canoni introduttivi

II.2. La legge

II.3. La consuetudine

II.4. I decreti

a. Generali

b. Singolari

II.5. Statuti

II.6 Regolamenti

 

III. Le persone nella Chiesa

III.1. La persona fisica (età, domicilio, rito)

a. Il fedele in genere

1. Caratteristiche (comunione, uguaglianza, missione)

2. Doveri e diritti dei fedeli (cc. 209-223)

b. I laici

1. Identità

2. Missione

3. Uffici

c. I chierici

1. La formazione nei seminari

2. Incardinazione /escardinazione

3.  Doveri e diritti dei chierici

d. I religiosi

1. Fondamento teologico della vita consacrata

2. Tipi diversi di consacrazione

3. Elementi fondamentali della vita consacrata

4. Doveri e diritti dei consacrati

III.2. La persona giuridica e le associazioni di fedeli.

Testo per l’esame:

GHIRLANDA G., Il diritto nella Chiesa mistero di comunione. Compendio di diritto ecclesiale, Roma ultima edizione.

 Test intermedio

Una volta svolto il punto I.4. del programma ci sarà un test scritto obbligatorio della durata di 15 minuti. Il risultato farà media con l’esame finale.  Il non essere presente al testper qualsiasi motivo, inciderà negativamente sul voto finale.

Svolgimento dell’esame

Per l’esame finale ogni studente può portare un argomento scelto tra quelli che compongono il programma, quindi il professore porrà alcune domande.

Valutazione

Prenderà in considerazione: la frequenza e la partecipazione al corso; il test; l’esame finale.

N.B.: materia oggetto di esame sarà tutto il programma sopra indicato, con riferimento, oltre che alle lezioni al libro di testo.