Preghiera del Cardinale Péter Erdő in tempi di epidemia

Mercoledì delle Ceneri (Card. Giacomo Biffi)
26 Febbraio 2020
Senso di colpa o senso del peccato? Qualche utile indicazione per distinguere una seduta dallo psicologo dall’incontro con Cristo, l’unico Salvatore. (Prima Parte: la prossima settimana la Seconda)
19 Marzo 2020

Preghiera del Cardinale Péter Erdő in tempi di epidemia

Statua della SS. Trinità a Budapest, eretta ex voto dopo la peste nel XVIII sec.

Per implorare la misericordia di Dio in questi tempi di epidemia, il Cardinale Péter Erdő, Arcivescovo di Esztergom-Budapest e Primate d’Ungheria incoraggia i fedeli a recitare la seguente preghiera.

Signore Onnipotente, Dio dei nostri padri, Ti rendiamo grazie per il mondo che hai creato per rendere possibile la vita dell’umanità. Ti rendiamo grazie per tutta la ricchezza del creato e per le sue meravigliose leggi. Ti rendiamo grazie perché siamo sopravvissuti, nonostante ogni forza distruttrice, e siamo capaci di giungere a sempre nuove scoperte sul nostro mondo e su noi stessi. Ti ringraziamo perché possiamo lottare, sia individualmente sia in comunità, per la nostra sopravvivenza e per rendere la nostra vita sempre più bella e ricca di significato. Ma, prima di tutto, Ti ringraziamo per averci chiamati alla vita eterna e perché, con la morte e la risurrezione redentrice di Cristo, Nostro Signore, hai aperto per noi la via dell’eterna beatitudine. Quando ci colpiscono delle calamità naturali, contro le quali non riusciamo ancora a difenderci con le nostre sole forze, possiamo sperimentare che la nostra vita è sempre nelle Tue mani. Ti supplichiamo umilmente di aiutare gli uomini della scienza a trovare prima possibile l’antidoto alla presente epidemia. Dona a quanti guidano le nostre società l’accortezza di poter arginare, con i provvedimenti adeguati, la diffusione delle infezioni, di promuovere la prevenzione e la cura della malattia, nonché la predisposizione di strumenti efficaci per quanti ne hanno bisogno. Dona la Tua misericordia e l’eterno riposo a quanti sono morti a causa della malattia, dona la guarigione ai malati, dona forza e benedizione ai medici e al personale sanitario per il loro coraggioso impegno. Rafforza in noi la fede, la speranza e la carità affinché possiamo sostenere con ogni aiuto spirituale e materiale i malati e i parenti che sono nell’angoscia o nel lutto. Fa che con i nostri comportamenti responsabili possiamo contribuire anche noi a prevenire la diffusione della malattia. Perdona, Signore, ogni nostro peccato commesso in pensieri, parole, opere e omissioni. Santissima Trinità, unico Dio, abbi pietà di noi! Beatissima Vergine Maria, Salute degli infermi, prega per noi! Amen.